Le foglie secche come fiamme, l’aria che raffredda le guance.
I vestiti più morbidi e le ore più scure.
Samhain, l’ultimo di mille balli intorno al fuoco,
senza scarpe e senza veli.
Sorrisi lanciati nel fiume e sassi stretti nelle mani.
L’uva matura stanca di stare aggrappata alle vigne.
Il vino novello. In un sorso ingoia l’autunno.
Le castagne spiano timide, avvolte in un mantello spinoso.
L’ultima mezzanotte prima di ingoiare l’autunno.
L’estremo rintocco prima dell’ultima vampa.
Le foglie secche come fiamme, stelle rosse nella nebbia.

VT