//Avevo un cane.
O meglio, un muso a quattro zampe.
Un piccolo ricettacolo di proiezioni antropomorfiche.
Un compagno fedele.
Una coda che batteva il tempo al ritmo delle sue emozioni.
Un canguro sovreccitato nei momenti piacevoli della giornata.
Un cane, insomma.
//Muriel Barbery

BUON SECONDO COMPLEANNO, CUCCIOLA!