La vita non sempre è rosa e profumata.
Ma va?! Direte voi…
Infatti, che la vita sia un tortuoso percorso lastricato di difficoltà,  non è una novità. La novità sta nell’affrontare o nell’aggirare le sfighe che ti si presentano dinnanzi.

Come dicevo tempo fa, nei momenti di crisi, si riscoprono passioni o ci si inventa qualcosa per tenere impegnata la mente. Quando poi, si tengono impegnate anche le mani, si può avere un effetto davvero benefico sulla tristezza e sulla depressione.

Così, dopo una giornata che ve la farei provare e poi mi dite, ho preso Charlotte  e sono andata a camminare (briciolo di sport, fatto!) con uno scopo ben preciso: andare a comprare dei ferri da maglia. Perché?! Bho.
Mi è tornata alla mente la quarta puntata della prima stagione di The Big Bang Theory: L’effetto del pesce luminoso (The Luminous Fish Effect).
La madre di Sheldon gli chiede “Tesoro, perché hai preso un telaio?”
E lui come se nulla fosse “Beh, stavo lavorando con il pesce luminoso e ho pensato … Hey, telaio!”.
E’ sempre stata una delle mie battute preferite, perché se in inglese ha senso (Luminous-Loom) in italiano è assolutamente priva di senso, il che la rende geniale a prescindere!

Allo stesso modo ho fatto ieri “Stavo uscendo per andare a camminare e ho pensato… hey, maglia!

Fatta questa premessa per spiegare… assolutamente nulla, volevo semplicemente scrivere un GRAZIE in bold alla Signora Annamaria del blog Quattro Chiacchiere Due riflessioni, che ha visto la foto del mio nuovo Hobby su Facebook, e mi ha dedicato un po’ della sua saggezza. Ci tengo a dire che la Signora Annamaria oltre ad avere un’aura speciale, ha anche molta tenacia e intraprendenza: imparare a usare il computer e aprire un blog per stare vicina alla figlia in giro per il mondo… non è da tutti! Voto 10+!!!

“E poco importa se la sciarpa od il capo che stai CREANDO costerà più di filo che un golfino comperato o di una sciarpa in pile.
Perché quel capo lo avrai fatto tu e chi lo riceverà ne sentirà il calore e l’ affetto di chi lo ha lavorato per lui.
E’ un altro mondo Valentina, un altro modo di vivere ed intendere la vita.” 

Un altro modo di intendere la vita. Lasciando magari da parte stress e frenesia, dedicando anche solo per mezz’ora al giorno un po’ di tempo a sé stessi o a qualcuno che si ama per fargli un dono speciale. Chiudere fuori il mondo, spesso sfinente, e realizzare qualcosa di cui andare orgogliosi, anche se non sarà perfetto, anche se economicamente non ne sarà valsa la pena, anche se avrai dovuto fare e disfare cento volte…

La maglia è un altro modo, dopo la Lomo, di riscoprire “l’analogico che c’è in me”, le tradizioni che sono indubbiamente più scomode delle nuove tecnologie, ma… vuoi mettere la magia?! 😉